.

.
SI RITORNA NELL'ARENA... 28/29 OTTOBRE

martedì 26 aprile 2016

AC Carife - Asd Greci 2-2

Buon pareggio del Greci che se non vince almeno non perde in un match difficile sia per il campo infame dopo l'insistente pioggia del week end che per l'approccio degno di EDUCATION CHANNEL che alcuni calciatori locali hanno dato alla gara.
Prima frazione dove i locali si fanno preferire e passano su un grossolano errore difensivo , al quale il Greci reagisce con una superba azione partita daAntonio Boscia, ormai regista, che lancia per Albanese che con un intelligente velo smarca Iannicelli che passa con una veronica fra due difensori e da posizione defilata di esterno  la infila sul palo opposto. Gol da stropicciarsi gli occhi!
1-1 all'intervallo

Ripresa dove l'arbitro commette due madornali errori nella stessa azione e favorisce il 2-1 locale che nasce da uno stop di braccio della punta che crossa in mezzo per un compagno in fuorigioco (molto simile al torto subito col S.Sossio) che realizza.

Anche stavolta il Greci impiega poco a pareggiare. Lancio ancora di un illuminato Boscia che elude la difesa e giunge a Ianniciello che stoppa e di collo pareggia.

Poi c'è la firma del portiere  Cifaldi che sigilla con due parate spettacolari il pareggio del Greci che di rimessa addirittura avrebbe la palla del 2-3 ma bomber Boscia, ormai abituato a frequentare altre zone del campo, temporeggia troppo nei pressi del dischetto del rigore  e il difensore rimedia in extremis a un tiro che facilmente avrebbe potuto trafiggere il portiere. Peccato.


CLASSIFICA


martedì 19 aprile 2016

Asd Greci - Acd Vallesaccarda 2-2

Il Greci non riesce a uscire dalla secca...un po' se la cerca e  la sfortuna non tarda a bussare alla porta di Cifaldi L, costante da inizio stagione come la " nuvola del ragioniere ".

Nonostante le 4-5 assenze la gara sembra essere alla portata: nella prima frazione Greci concreto che passa in seguito a una bella azione Boscia jr - Tarantino - Boscia sr che rifinisce con un pallonetto a scavalcare la punta Albanese che è lucida ad insaccare; in seguito un ottimo Bevilacqua  con personalità si incarica di realizzare un penalty sacrosanto (su cui nessuno protesta) ottenuto dallo stesso Albanese con una bella azione personale.

Il Vallesaccarda con i suoi evergreen che trattano bene la sfera, pur non correndo molto, risponde con due tiri dalla distanza neutralizzati il primo da un prodigioso tuffo di L. Cifaldi e il secondo dalla traversa.
Si va cosi all'intervallo sul 2-0 un po' largo, ma si può ritenere meritato il vantaggio grecese.

Nella ripresa la scioccante  direzione arbitrale balza agli occhi più del calo fisico grecese e della rimonta degli ospiti rinvigoriti dall'innesto di giovani leve.

La giacchetta prima fischia una punizione  per un ponte (più inesistente di quello sullo Stretto) di Tarantino da cui nasce una mischia insistita in area e  il conseguente 2-1 ; poi si segnalano una serie di valutazioni di fuorigioco sbagliati che non premiano i contropiedi grecesi e infine un palo interno con rimbalzo beffardo sulla linea colpito dal grecese Albanese e nessun compagno lesto a depositare il 3-1 in ribattuta .
Quindi la gara resta  aperta pur senza sussulti fino al 92', quando il Greci non è furbo a perdere tempo nel battere un corner e subisce la ripartenza vallesaccardese che a sua volta ottiene un corner.
Non contenti degli harakiri precedenti il Greci lascia solo un colpitore di testa sul primo palo che ringrazia e pareggia.

Non sarebbe finita perchè nel concitato finale Antonio Boscia potrebbe presentarsi in area per tentare un insperato 3-2 , ma l'arbitro decide di dare il sigillo finale con un altra spettacolare chiamata di fuorigioco.

Proteste e rosso per il secondo portiere grecese Marinaccio le ultime note di un'altra gioia mancata in stagione.


LA CLASSIFICA


sabato 9 aprile 2016

Riposo forzato

Fine settimana di riposo per l'Asd Greci la cui gara ad Orsara contro la compagine foggiana è stata SOSPESA D'UFFICIO dalla FIGC campana. E' ormai un mese che le gare del Real Orsara non si disputano e non si conosce una motivazione ufficiale.
La squadra grecese resta alla finestra a vedere i risultati della domenica delle poche rivali nei quartieri bassi della classifica e si prepara per il prossimo match con un po' di fiducia ritrovata dopo la discreta prestazione e il buon punto contro San Sossio Baronia.

lunedì 4 aprile 2016

ASD GRECI - ASD SAN SOSSIO BARONIA 1-1

Un tempo a testa e salomonico pareggio fra Greci e la compagine della Baronia , terza in classifica.
Bisognava arrivare il primavera per toccare la doppia cifra di punti, ma finalmente il Greci ha dato segnali di vitalità.
Mister Marinaccio ridisegna la formazione con cambi mirati in vari reparti e i risultati sono positivi soprattutto nella prima frazione dove il fiato non manca.
Il Greci  affida il joystick della formazione a bomber Boscia ,schierato regista per innescare  l'inedita coppia di punte Bevilacqua-Albanese e i risultati dell'esperimento sono lusinghieri.
Tre palle gol sul taccuino: prima Albanese non centra il bersaglio a porta sguarnita con un tiro di prima intenzione da fuori area dopo una ribattuta del portiere su percussione di Bevilacqua, poi Ardito non finalizza con precisione una bella iniziativa  e infine il gol in contropiede confezionato da uno slalom di Antonio Boscia con lancio millimetrico di sinistro a scavalcare la difesa per Albanese che con l'esterno  supera il portiere e mette dentro un gol di pregevole fattura.
Gli ospiti che sino ad allora si erano segnalati solo per un bolide che aveva scheggiato la traversa, trovano il pareggio nella zona ASD Greci....triste primatista di gol subiti a fine tempo: al 48' del primo tempo, la punta ospite,più  in fuorigioco del naso di Chiellini, si ritrova la palla in area e dopo essersi fermata (certa della posizione irregolare) non sentendo il fischio arbitrale continua l'azione e serve un compagno che appoggia a porta vuota.
Il pareggio beffa dà fiducia agli ospiti che salgono in cattedra e dominano la ripresa , dove solo l'attenzione difensiva e uno strepitoso Leonardo Cifaldi in uno spettacolare volo d'angelo prima e con riflessi di piede da karateka dopo permettono al Greci di non perdere.
Unica macchia il diverbio con doppia espulsione finale per  fra Mottola e un sossiano, ma il risultato non cambia.